elena

ELENA FILIPPINI

elena@stefilm.it

Produttore/distributore

Quando studiavo ad Architettura ho incontrato sul mio cammino Stefano ed Edoardo. Stefano veniva anche lui da Architettura ma aveva già doti di regista. Eddie era un medico e faceva anche l’autore. Io non ero nè carne nè pesce ma non ero male nel recupero crediti e lavoravo sui set senza mai stancarmi. E’ bastato poco e non ci siamo più lasciati. Dopo la laurea, essendo l’unica donna del gruppo, step by step sono diventata il legale rappresentante della Stefilm, quella che pensa a far quardare i conti anche quando i sogni sono tanti e per recuperare risorse bisogna essere davvero creativi. Seguo le coproduzioni Stefilm curando soprattutto gli aspetti legali con i broadcasters e i partner internazionali.Mi piacciono i film quando sono quasi finiti  e posso iniziare a pensare a strategie distributive. Non ho abbastanza pazienza per seguire i progetti e adoro vedere i rough-cut dei film e fare critiche (costruttive). La mia vera passione è la distribuzione: innamorarmi di un film per portarlo ad un pubblico più vasto possibile. Lavoro da anni come sales agent con Deckert  Distribution. Questo mi dà la possibilità di rappresentare in Italia talenti come Victor Kossakovski, Vitaly Mansky, Thomas Heise, Arunas Matelis, Nima Sarvestani, Agnieszka Zwiefka, Sergei Loznitsa. Credo nel lavoro di squadra, nelle alleanze e nelle semplificazioni. Sono impulsiva, intuitiva e non ho ancora imparato ad essere diplomatica.

Stefano_Tealdi-18

STEFANO TEALDI

stefano@stefilm.it

Regista/produttore

Nato a Johannesburg, in Sud Africa, mi sono laureato in architettura a Torino e sono poi diventato il responsabile della produzione presso il laboratorio audiovisivi del Politecnico Di Torino. Nel 1992 mi sono diplomato al corso di formazione MEDIA, “EAVE”. Tra i soci fondatori dell’associazione FERT (Filming with a European Regard in Turin), ho coordinato le 17 edizioni italiane del workshop sul documentario Documentary In Europe. Sono stato presidente del EDN (European Documentary Network) dal 1998 al 2000 e sono coordinatore nazionale di INPUT, Telelvision in the Public Interest. Nel 2013 ho ricevuto il European Documentary Award per aver contribuito allo sviluppo della cultura del documentario nel sud Europa. Ho ideato diverse serie televisive documentarie tra cui Food Markets, Profumi E Sapori A Km0, che ha ricevuto il premio americano Taste Awards come miglior programma televisivo internazionale nel 2014.

Conduco workshops sulla produzione e sulle tecniche di story telling through pitching collaborando tra gli altri con Biennale Cinema & Vr College Venezia, Dok Leipzig, La Fabrique Du Cinema Des Mondes – Cannes Film Festival, New Chinese Film Talent, Zelig – Scuola di Documentari e Torino Film Lab.

Eddie_a_Bardo-18

EDOARDO FRACCHIA

edoardo@stefilm.it

Produttore/autore

Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Torino, durante la carriera come medico psichiatra ho incontro Elena Filippini e Stefano Tealdi e insieme a loro ho fondato la Stefilm. Era l’inizio degli anni ’80 e, dopo avere compreso che mai avrei potuto fare il regista, ho iniziato il lavoro di produttore. In questo ruolo mi confronto soprattutto con giovani autori alla prima esperienza con cui ragiono, scrivo e cerco le condizioni migliori per realizzare il film. Mi sento come un pesce nell’acqua quando posso mettere a disposizione la mia passione per il mondo e le storie che lo popolano. Sono curioso. Poiché “fare cinema” è un lavoro di gruppo mi piace citare le registe e i registi con cui ho lavorato e lavoro: Akram Safadi, Matteo Bellizzi, Claudia Tosi, Paolo Campana, Diego Pascal Panarello, Martina Melilli. Di tutti ho seguito le loro “opere prime”.

Conduco laboratori/workshop di scrittura e sviluppo di soggetti, di produzione e pitching per istituzioni, associazioni e scuole in Italia e all’estero. Faccio parte di EDN (European Documentary Network), dell’associazione Documentary in Europe e sono membro del direttivo di DOC/IT. Sono un fanatico del Candido di Voltaire, della Juventus e adoro tutti gli sport. Sono per il primato della coscienza sociale sulla coscienza nazionale.